Movimenti Sistemici e 

Tecnica CRT 

 

CRT Conflict Release Tecnique

La CRT è una tecnica per la riprogrammazione delle risposte disfunzionali con lo scopo di uscire in fretta ed in modo sicuro dai conflitti pericolosi. Può essere usata in ambito privato, terapeutico, formativo e lavorativo.

 

 

TECNICA CRT  di Psicobiologia Applicata

Serve per uscire indenni (in tempo utile) dalla fase simpaticotonica, modulando le emozioni eccessive nei momenti di stress estremo.

Questa tecnica serve per riformulare le reazioni disfunzionali nei rapporti con “l’altro”.  E’ una tecnica estremamente efficace.

Sistema terapeutico di gruppo per affrontare disfunzioni sistemiche sia familiari che del lavoro.

L’ambiente in cui viviamo è in continuo cambiamento, l’imprenditore e il manager di successo devono saper cogliere tutte le opportunità per affrontare e vincere le sfide quotidiane, senza pagare un prezzo troppo elevato in termini di ansia, stress, paura, conflittualità relazionali.

I Movimenti Sistemici sono uno strumento efficace e interpretativo della realtà aiutando i singoli o il gruppo ad affrontare i processi di cambiamento socio-organizzativo e culturale.

 

Come si svolgono

Iscriviti alla prossima giornata dell’Accademia ASI

Scegli la domanda e analizza le tue motivazioni

Affidati al Terapeuta

"La strategia aziendale è quel filo che, come in una collana di perle, collega tutte le azioni che ti portano al successo."

"Conoscere e saper scegliere quando e come modificare i propri processi organizzativi è indice di flessibilità e capacità di vivere il mercato da protagonisti."

"Nell’elaborare una strategia aziendale vincente per la tua organizzazione, sei chiamato ad un notevole salto di consapevolezza circa la natura della tua organizzazione."

"Il rispetto delle regole sistemiche garantisce una stabilità personale nella coppia e nella società in generale"

Domande e Risposte Frequenti

Cos'è la Terapia dei Movimenti Sistemici ?

La sistemica rappresenta il mondo dell’appartenenza.

Tutti abbiano il diritto di appartenere a uno o più sistemi, all’interno dei quali abbiamo un ruolo in funzione del quale possiamo entrare “in relazione” con qualcosa o con qualcuno.
Il diritto-desiderio alla relazione è uno dei principi base della vita. Le relazioni primarie sono quelle con i membri della famiglia: i genitori (biologici ed eventualmente adottivi), i nonni, i fratelli, i parenti, i figli e la progenie.
Questa originale appartenenza al sistema famigliare è fondamentale per il proseguo delle relazioni nella vita. Quando si è e si ha il “giusto posto” nel sistema familiare è più facile trovare la propria collocazione anche in qualsiasi altra esperienza futura di relazione e, in senso più ampio, nella vita.

Cosa rappresentano e come funzionano i Movimenti Sistemici ?

Rappresentano il metodo che permette di vedere, valutare e quando è fattibile e conveniente anche riordinare il ruolo personale d’appartenenza ai diversi sistemi in cui si è convolti.

 

L’origine del metodo

La teoria dei Movimenti Sistemi ha in sé numerosi aspetti appartenenti a teorie e filoni di psicologia e psicoterapia già precedentemente affermati.

Contiene, per esempio, elementi dello psicodramma teorizzato da Moreno, le teorie in merito alla scultura familiare sviluppate da Virginia Satir, la modalità di valutazione e  rappresentazione delle costellazioni familiari di Bert Hellinger,.

L’applicazione del metodo in terapia presuppone la conoscenza della biologia e della fisiologia per comprendere l’applicazione delle leggi scoperte da Hamer che regolano il funzionamento dell’essere umano, degli animali e delle piante.

L’aspetto più innovativo, però, è rappresentato dal ritenere che ogni sistema sia dominato da principi inviolabili determinati all’origine dall’istitutore della famiglia stessa. Questi principi, quando applicati al singolo sistema, diventano leggi che agiscono e influenzano ogni singolo membro che lo compone. Quando queste leggi non sono completamente rispettate, si creano forze desiderose di compensazione che agiscono sia sul singolo sia sull’intero sistema, nel tentativo di riportare l’equilibrio. Nessuno ne è immune, ma alcuni, i più sensibili, ne avvertono in anticipo l’influenza e in funzione di questa sistemica richiesta compensatoria manifestano dapprima sintomi psico-energetici che se non riconosciuti e trattati, col tempo si possono trasformare anche in patologie.

 

La spiegazione tecnica dei Movimenti Sistemi

La terapia con i Movimenti Sistemici oltre che uno strumento di riequilibrio sistemico-strutturale è soprattutto un valido strumento di accompagnamento da usare nei momenti di crisi in cui si debbano fare scelte strategiche sia in ambito personale che organizzativo.

La rappresentazione del Movimento Sistemico fotografa la realtà del momento, consentendo la presa di visione dei blocchi e degli schemi in cui si è impantanati.

È sorprendente vedere e riconoscere con disarmante semplicità gli schemi e i filtri mentali che stanno ostacolando il cammino della vita, sia in campo personale che lavorativo.

 

A chi è consigliato questo metodo ?

I Movimenti Sistemici sono consigliati a tutti coloro che desiderano vedere e comprendere le dinamiche interpersonali, sistemiche da cui sono influenzati, sia in ambito personale che professionale.

Quali sono i vantaggi per le aziende e le organizzazioni ?
  • Raggiungere gli obiettivi nei tempi previsti, ottimizzando tempo e risorse finanziarie;
  • Gestire rapidamente ed in modo efficace gli imprevisti e le emergenze;
  • Riconoscere in anticipo le disfunzioni nel sistema per prendere le contromisure;
  • Rispettare i ruoli in funzione di esperienza ed anzianità, per promuovere una costruttiva, proficua, soddifacente e vincente collaborazione..
  • Ci sarebbe ancora molto da dire, ma mai come in questo caso è consigliabile partecipare per vedere, capire e gioire.

Prenota