Naturopatia

Strumento essenziale per sviluppare una visione olistica della salute

Tecniche e terapie naturali

 

Che cosa fa il naturopata

Il Naturopata non è un medico, non fa diagnosi nosologica, non cura le malattie, ma aiuta il malato a porsi lungo la via del ripristino della salute, consente di trovare in sé l’energia mentale e fisica per afforontare la lotta alle malattie, e può supportare chi si rivolge a lui nella scelta del metodo di cura naturale (o convenzionale, in certi casi) più indicato al suo problema.

La naturopatia infatti non si pone come sostituto della medicina allopatica (la medicina classica occidentale), ma come strumento complementare. Si potrebbe anche definire il naturopata un “counselor della salute”.

Specializzazioni

Per essere un buon Naturopata, oltre all’esperienza sul campo, è necessaria anche un’ottima conoscenza di nozioni legate al mondo della cultura della scienza nonché di etica e deontologia professionale e marketing.

Nell’Accademia ASI  i mezzi didattici utilizzati andranno ad esaltare il valore dell’attività esperienziale. Tale obiettivo verrà perseguito principalmente tramite l’interscambio, lo studio della Naturopatia e un’attività pratica guidata, e gruppi di studio. 

 

Integratori naturali

Fiori di Bach

Massaggi

Protocolli della salute e Detox

La Naturopatia per DISINTOSSICARSI

SEMINARI RESIDENZIALI DI NATUROPATIA, TERAPIA E DETOX

Scegli il benessere e partecipa al seminario 

Benefici di una profonda depurazione

  • Digestione facile e veloce
  • Nessuna sensazione di gonfiore o bruciore dopo i pasti
  • Regolarità intestinale
  • Alito pulito
  • Maggiore energia e vitalità
  • Pelle lucente e pulita
  • Sistema immunitario forte
  • Sguardo luminoso
  • Efficace rimozione delle tossine dal corpo
  • Sonno profondo e riposante

ll naturopata è essenzialmente l’operatore “di base” del benessere olistico secondo natura, un professionista che si occupa di prevenzione attiva e di pedagogia dell’autoguarigione attraverso il ricorso a rimedi naturali quando questo è auspicabile e possibile.

ISCRIVITI ORA AL PROSSIMO SEMINARIO  

Funzione educativa, preventiva e assistenziale terapuetica del naturopata

 

"Un approccio integrato e scientificamente fondato può fare la differenza nella possibilità concreta di aiutare le persone a stare bene e a dirigere la propria vita nella direzione desiderata."

"Il Naturopata coadiuva una seria e accurata politica di prevenzione ed educazione alla salute. Obiettivo prevenire o alleviare molte patologie croniche e ottenere un migliore stato di benessere.

"Ogni Organismo, risponde in maniera differenziata, agendo secondo precise leggi biologiche e biochimiche adeguandosi ogni istante, alle varie esigenze di stimolazione esterna. "

Domande e Risposte Frequenti

Che cosa è la naturopatia?

La naturopatia è una scienza bionaturale multi-disciplinare ed inter-disciplinare a fine salutistico, di prevenzione, di educazione e promozione della salute individuale, sociale ed ambientale.

La naturopatia può risultare indirettamente terapeutica perché, attraverso interventi di drenaggio e di riequilibrio di terreno, può favorire il miglioramento dei disturbi e delle disfunzioni.

Lo scopo della naturopatia è, principalmente, quello di fornire un contributo operativo alla promozione della salute e al riequilibrio bioenergetico degli individui, attraverso:

  1. pratiche valutative costituzionali e di terreno, funzionali, ambientali e di stile di vita, tramite colloqui e valutazioni naturopatiche;
  2. metodiche di trattamento e programmi personalizzati di benessere e di sostegno alle eventuali terapie mediche;
  3. programmi di stili di vita idonei e personalizzati, di educazione alla salute individuale, familiare e sociale, nonché tecniche di comunicazione umana.

Quali gli ambiti d'intervento professionale del naturopata?

Il suo campo d’azione si colloca nelle aree non specificatamente mediche della salute, non avendo finalità nè diagnostiche e nè terapeutiche in senso stretto, ma di stimolo delle capacità di auto-guarigione della persona nella sua globalità.

Il naturopata è una figura autonoma ed ha una formazione tale da poter essere in grado di collaborare con il medico o altre figure socio-sanitarie e di riconoscere situazioni che non sono di sua competenza.

Oggi sempre più è sentita l’esigenza di vivere secondo le leggi della Natura e ciò implica, per ognuno di noi, una maggiore conoscenza di sè. E’ in questo contesto che la figura del naturopata ha sempre più senso di esistere in veste di operatore del benessere.

 

Qual è la differenza tra il ruolo del medico ed il ruolo del naturopata ?

Il medico, per sua formazione, ha piena competenza per pronunciare una diagnosi di patologia e prescrivere terapie. Egli interviene, di solito, quando una malattia è già tendenzialmente conclamata. Difficilmente una persona si reca dal medico se non avverte sintomi evidenti.

Il naturopata ha la prerogativa di acquisire una cultura salutistica che, innanzitutto, mette in pratica per se stesso prima di insegnarla e trasmetterla agli altri.

Il naturopata esercita il ruolo di sostenere, accompagnare ed educare la persona nel farsi carico della propria “Salute”.

La figura del naturopata è riconosciuta in Italia ?

Per il momento, in Italia, le cosiddette “medicine non convenzionali” e le varie discipline salutistiche note nel settore del benessere, sia quelle di competenza del medico, sia quelle esercitate da operatori non medici, non sono ancora regolamentate, pur essendo ormai maturi i tempi per una necessaria legiferazione in merito.

Come sintesi di 18 proposte di legge e a seguito di audizioni di convegni, si è giunti, presso la XII Commissione – Affari Sociali – della Camera dei Deputati, alla proposta di legge n° 874 del 23.05.2006 a firma dell’on. Lucchese “Disciplina delle medicine e delle pratiche non convenzionali”, che contempla anche la figura del naturopata.

Oggi, come può lavorare un naturopata senza un riconoscimento giuridico?

Il diritto al lavoro permette di esercitare la professione di naturopata, la quale è anche socialmente utile nel momento in cui contribuisce a migliorare le condizioni di salute delle persone.

L’Art. 32 della Costituzione sostiene: “La Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto e interesse della collettività, e garantisce cure gratuite agli indigenti. Nessuno può essere obbligato ad un determinato trattamento sanitario se non per disposizione di legge …”

Il naturopata, quindi, ha il diritto di esercitare per costituzione ed ha il dovere di non prevaricare le proprie competenze per non incorrere nell’esercizio abusivo di una professione tutelata da un albo (es. medico, biologo, ecc.).

In sintesi: il naturopata opera come consulente nell’ambito del benessere, degli stili di vita, della prevenzione primaria e dell’educazione alla salute e non deve invadere il campo di altri professionisti già operanti nel settore della Salute e tutelati per legge.

Dove e con chi potrebbe operare e collaborare ?

Il naturopata può operare come consulente in uno studio privato (con iscrizione all’ufficio IVA), nel contesto di studi associati, accanto ad altri operatori del settore, prestando la sua consulenza nell’ambito di: centri benessere, palestre, centri di estetica, centri termali, in collaborazione con erboristerie, negozi di alimenti biologici, farmacie e parafarmacie. Senz’altro si tratta di un settore in grande espansione nel quale trova ragione di essere un naturopata professionalmente qualificato.

Prenota